SUCCO DI FRUTTA
Cerca nel sito
 ALIMENTAZIONE  Dieta e alimentazione Guida alimentazione | Piramide alimentare  
  GUIDA ALIMENTAZIONE  PIRAMIDE ALIMENTARE







 

Succo di frutta

Il succo di frutta è un prodotto liquido ottenuto dalla spremitura della frutta. I succhi di frutta si distinguono dalle altre bevande alla frutta per la percentuale elevata del contenuto della frutta. In alcuni paesi i succhi di frutta devono rispettare per legge un contenuto di frutta pari al 100%. In altri le normative sono meno stringenti, è quindi opportuno non limitarsi alla lettura della dicitura "succo di frutta" e analizzare sempre gli ingredienti. I succhi di frutta sono, inoltre, privi di zuccheri aggiunti, fatta eccezione per i zuccheri naturali della frutta (es. fruttosio ). Possono essere prodotti per essiccazione, per evaporazione o per pastorizzazione. Esistono principalmente due tipologie di succhi di frutta.

  • Succo di frutta. Il succo di frutta vero e proprio è il prodotto fresco derivato al 100% dalla frutta.
  • Succo di frutta concentrato. Il succo di frutta concentrato è ottenuto da acqua e dal concentrato della frutta al 100% a cui è stata sottratta parte dell'acqua. In questi casi è necessario indicare sul prodotto la dicitura "a base di succo concentrato".

I succhi di frutta sono, quindi, prodotto naturali caratterizzati da elevata qualità in termini di purezza e di valore nutritivo. Esistono succhi di frutta su quasi tutti i frutti, i più commercializzati sono i succhi di frutta all'arancia, alla pera, alla pesca, alla mela, all'albicocca. Esistono anche succhi di frutta all'ananas, al pompelmo, al ribes, al pomodoro, all'uva e al limone. E' molto importante saper distinguere i succhi di frutta dagli altri prodotti che sembrano simili ma non lo sono. Facciamo qualche esempio pratico. Pur essendo visti come beni sostituti i seguenti prodotti non sono succhi di frutta:

  • Bevanda al gusto di frutta. Le bevande al gusto di frutta sono bevande che hanno il sapore della frutta ma non sono succhi di frutta. Nelle bevande al gusto di frutta la percentuale del frutto è minimo al 12%. Probabilmente questa percentuale sarà innalzata al 20% nel 2013.
  • Nettare. I nettari sono prodotti conosciuti come "succo e polpa" con una percentuale di succo o di purea di frutta nella bevanda variabile dal 25% al 50%. La concentrazione minima varia per legge in base al tipo di frutta. Nei nettari è consentita l'aggiunta di acqua, di zucchero, di edulcoranti, di acidificanti (es. acido citrico, succo di limone, ecc.) di antiossidanti ( es. acido ascorbico).

E' facile confondersi al momento dell'acquisto. Tutte le confezioni hanno un packaging e una comunicazione che richiama la frutta naturale. Tuttavia, se si vuole acquistare un succo di frutta è necessario non fermarsi all'apparenza e controllare sempre gli ingredienti del prodotto.



Commenti




 
 


Alimentazione

 
Per contattarci: libertadiscelta@lapaweb.com | Fonti e bibliografia - Note Legali e Termini di utilizzo - Creative Commons - Norme Privacy Google