libertadiscelta


Come risparmiare in vacanza? Affittare una casa vacanza | Creare un gruppo vacanza | Vacanza Lavoro

CONTRATTO CASA VACANZA

Quando si prende una casa in affitto per le vacanze deve essere stipulato un contratto di locazione per il periodo. La presenza del contratto tutela sia il proprietario dell'immobile, sia chi prende la casa in affitto, e regolamenta i diritti e doveri delle parti al verificarsi di determinati eventi. Purtroppo non sempre è così. Il proprietario di un immobile destinato a casa vacanza talvolta mette a disposizione l'immobile senza stipulare un contratto, un po' per evitare le carte burocratiche e un po' anche per evadere fiscalmente l'introito. Ad essere danneggiato da questo comportamento illecito è soprattutto chi prende l'appartamento in affitto anche se all'apparenza sembrerebbe indifferente. Senza un contratto regolare non ci si potrà opporre all'eventuale mancata restituzione della caparra da parte del proprietario dell'immobile a titolo di risarcimento per presunti danni all'immobile avvenuti durante il periodo di soggiorno turistico. In caso di incidenti domestici causati dal malfunzionamento degli elettrodomestici o dal generale stato delle condizioni dell'immobile, sarà complesso far valere i propri diritti. La presenza del contratto di locazione non assicura risparmi a chi prende l'immobile in affitto, forse potrebbe anche aumentare il costo dell'affitto per le spese burocratiche, ma alla fine garantisce il rispetto del regolamento da ambo le parti ed evita il rischio delle spese nascoste e delle discussioni. E' quindi sempre consigliabile, oltre che obbligatorio, stipulare sempre un contratto quando si prende una casa per le vacanze.

25 / 01 / 2009

condividi su Facebook


Scrivi il tuo commento